Responsabilità

Pubblicato: 4 giugno 2016 da Francesco Lacarbonara in La stanza di Sophia, Tra cielo e terra
Tag:, , ,

vaticanoterzo

RaissaEmmanuelSimone-241x300 Un giovane Lévinas con la moglie e la figlia

Emanuel Lévinas (1906-1995) testo tratto da un’intervista (per l’integrale, clicca qui)

La responsabilità di cui parlo è assai più paradossale. Il punto su cui insisto è che quando si è responsabili, si risponde sempre di un altro uomo. Noi, certo, possiamo ignorarlo, ma in realtà siamo responsabili anche di ciò che è successo poco fa a colui che è passato vicino a noi. Questa è la responsabilità. Noi siamo responsabili, come se fossimo colpevoli di fronte a tutti gli altri. Cito, a questo proposito, ancora una volta, il “versetto” – perché nei grandi scrittori le proposizioni sono dei versetti e di conseguenza i versetti sono assai spesso le proposizioni dei grandi autori – la frase di Dostojevskij: “Siamo tutti colpevoli – non responsabili, colpevoli – di tutto verso tutti ed io più di tutti gli altri”. Questo “io più che tutti…

View original post 23 altre parole

Il futuro ha un cuore di tenda

Pubblicato: 6 aprile 2016 da Francesco Lacarbonara in Tra cielo e terra
Tag:, ,
Dopo la mietitura

Balla di fieno con fico

 

“Ciascuno di noi deve adottare verso se stesso questa medesima attività germinale, positiva, solare, gloriosa, vitale. Preoccupiamoci prima di tutto non dei difetti, delle debolezze che mordono la nostra vita, ma di nutrire un amore grande, di avere ideali forti, di coltivare venerazione profonda per le forze di bontà, di attenzione, di misericordia, di accoglienza, di libertà, di giustizia, di pace che Dio ha seminato dentro di noi.

Facciamo che esse erompano in tutta la loro forza, in tutta la loro bellezza, in tutta la loro carica vitale, e vedremo le tenebre diradarsi e la zizzania senza più terreno. E tutto il nostro essere fiorirà nella luce.

Dobbiamo conquistare lo sguardo di Dio: gli occhi dei suoi figli, Dio li vuole pieni di dolce speranza, come i suoi, volti al futuro.

Allora guardo gli altri come li guarda Dio, cerco germogli di buon grano, l’orma viva del sole, il positivo, la spiga immancabile, la spiga certa, il lievito inflessibile, il granellino di senapa irresistibile e tenace. Solo il bene rivela l’uomo. La zizzania non è verità, è parassita, è nemica. Il male non è rivelatore della verità dell’uomo. (…)

Perché agli occhi di Dio, una spiga di buon grano, che maturerà all’inizio dell’estate, conta più di tutta la zizzania del campo, che scolora la primavera di adesso.”

Tratto da: Ermes Ronchi, Il futuro ha un cuore di tenda, a cura di Luca Buccheri, Edizioni Romena, 2010

Fraternità di Romena

L’ultimo Giornalino: L’infinita pazienza di ricominciare – Dicembre 2015

Foto di

Francesco Lacarbonara 

Creative Commons License
Balla di fieno con fico è un’opera distribuita con Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 4.0 International License.

Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso Passaggio a Sud-Est – Note Legali.

Il cattivo funzionamento delle cose

Pubblicato: 18 marzo 2016 da Redazione pse in Diario di bordo

vaticanoterzo

2-Genn-Basil-the-Great-e1451687564266-550x400_cBasilio di Cesarea (329-397) Omelia in tempo di fame e di siccità, in PG 31, 309ss:

“Quale dunque la causa di tutti questi disordini e di tutte questi rivolgimenti?… Forse dobbiamo addurre il motivo che manca chi abbia il governo dell’universo? Forse che Dio, il più grande dei creatori, si è dimenticato della storia?…

No: la causa del cattivo funzionamento delle cose è evidente e sta davanti ai nostri occhi: il fatto che noi riceviamo e non doniamo a nessuno.

View original post 132 altre parole

Credi, e tu muoverai le montagne!

Pubblicato: 16 marzo 2016 da Mattia De Giosa in La stanza di Sophia

I segni e le cose

«L’ingegnoso pagano ha detto:”Datemi un punto fuori, e io muoverò la terra”; il nobile spirito ha detto “Datemi un grande pensiero”: oh, la prima non è possibile, e la seconda non serve del tutto. C’è una cosa soltanto che può aiutare, ma essa non la si può avere da un altro: credi, e tu muoverai le montagne!» (S. Kierkegaard – Vangelo delle Sofferenze)

View original post

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2015 per questo blog.

Ecco un estratto:

Una metropolitana a New York trasporta 1 200 persone. Questo blog è stato visto circa 5.600 volte nel 2015. Se fosse una metropolitana di New York, ci vorrebbero circa 5 viaggi per trasportare altrettante persone.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

ESPLORAZIONE DELLE CASCATE DI SAN FELE!

Pubblicato: 28 agosto 2015 da pugliavventura in Diario di bordo

Escursione ambientale con acqua trekking in torrente ed esplorazione delle suggestive cascate di San Fele (nei pressi di Potenza), un paesaggio ricco di rigogliosi elementi naturali incastonati in scenari da favola, accompagnati da guide ambientali escursionistiche.

Lunghi momenti di emozioni indimenticabili allo stato puro

san fele (5)

 

Save the date:

6 SETTEMBRE 

Punti di incontro:

►parcheggio Park Hotel Sant’Elia, Fasano, ore 07,00

► Centro Commerciale Mongolfiera, Santa Caterina, Bari (di fronte MediaWorld), ore 07,45

 

Vieni con il gruppo Escursionistico Pugliavventura e vivi una esperienza divertentissima, adrenalinica, ma soprattutto suggestiva.

Esplora con noi di una delle più belle zone verdi del Sud Italia, dove il Torrente Bradano che sgorga dall’Appennino Lucano,  attraversando il territorio del comune di San Fele,  è costretto ad effettuare dei particolari salti di quota, dando origine alle numerose e caratteristiche Cascate di San Fele.

In questo fantastico posto, nel confine nord-ovest della Basilicata, a pochi passi dall’Irpinia e dai boschi del Vulture, avremo accesso a percorsi naturalistici che prevedono il trekking sia all’interno del torrente che fuori, con diverse difficoltà di percorrenza, da quelli brevi e semplici a quelli più lunghi e impegnativi,studiati per permettere a tutti gli appassionati di apprezzare al meglio la straordinaria unicità e bellezza del paesaggio che fa da cornice alle cascate di San Fele.

Unisciti al gruppo, partecipa all’evento! Chiama adesso il 377 4454588

Attraverso l’esplorazione in pieno stile “Pugliavventura”, saremmo immersi tra storia e natura, per una splendida escursione utile ad ammirare quello che il lavoro delle acque compie da secoli sulle rocce e ciò che la sapiente mano dell’uomo ha realizzato per utilizzarne la potenza.

L’evento sarà arricchito da didattiche ambientali ed ecologiche e da nozioni di canyoning che ti faranno apprezzare ancor di più l’attività.

SCOPRI DI Più: ► https://www.youtube.com/watch?v=0CfpnDl2T9g&feature=youtu.be

san fele (6)

La difficoltà dell’escursione è di particolare valore, adatta ad escursionisti di livello medio. In virtù del percorso a piedi nel torrente, si richiede capacità di muoversi su terreni particolari e difficoltosi, a contatto con acqua, con adattabilità a superare momenti tecnici importanti (discese o risalite da pendii, avvicinamento a cascate, risalita di massi, tuffi, guadi). Si richiede buona predisposizione fisica e mentale.

Le nostre guide offriranno supporto tecnico e fisico indispensabile.

Età minima: 18 anni. Obbligatorie: scarpe da trekking alte (o ginniche a suola rinforzata o similari) e adatte all’acqua (non sono ammesse scarpe con suole lisce o scarpe aperte);

Consigliati 1 lt di acqua, alimenti energetici.

N.B. sono suggeriti: mute shorty, tipo decathlon, ad esempio:

donna  ► http://www.decathlon.it/muta-shorty-d100-donna-id_8324548.html

uomo:  ►  http://www.decathlon.it/muta-shorty-d100-uomo-id_8324545.html

Altro: magliette tecniche aderenti in lycra come sotto muta, costume da bagno. E’ necessario munirsi come ricambio (dopo l’attività) di: pantaloni, maglie, calze e  scarpe, costume da bagno, asciugamani;  Macchina fotografica o video camera adatta all’acqua.

RISCOPRIAMO INSIEME UN’ALTRA “PERLA” NASCOSTA DEL SUD! SIAMO SICURI CHE UN’AVVENTURA COSì NON L’HAI MAI PROVATA… ORA TOCCA A TE.

Non perderti questa straordinaria occasione, contatta Pugliavventura al 377 44 54 588

All’escursione sono invitati tutti i soci di Pugliavventura, i soci Endas, i non soci che desiderano conoscere le nostre attività.

Prendere parte all’evento prevede una quota di partecipazione che comprende:

  • Guide escursionistiche esperta a tua disposizione
  • Esplorazione del torrente e assistenza tecnica
  • Servizio fotografico
  • Assicurazione

Puoi partecipare a questa ricca iniziativa con un contributo pari ad euro 25  per partecipante, confermando al più presto la tua presenza e contattando l’associazione al 377.44 54 588 o a  info@pugliavventura.com

san fele (7)

L’INIZIO DEL TOUR, A SAN FELE,  È PREVISTO ALLE ORE 11,30 DEL 6 SETTEMBRE

L’incontro, alle ore 07.00, è presso il parcheggio del PARK HOTEL SANT’ELIA (di fronte Zoosafari –Fasano).

Il secondo punto d’incontro è presso IL  CENTRO COMMERCIALE MONGOLFIERA, Santa Caterina, Bari (di fronte MEDIAWORLD), ore 07,45

Ci spostiamo quindi insieme verso la zona dell’escursione a circa 2,30 ore da Bari (con mezzi propri e spese a carico dei partecipanti)

L’escursione a San Fele potrà andare avanti fino alle ore 16, in accordo con la volontà del gruppo.

VIVI ORA QUESTA EMOZIONE, CHIAMACI SUBITO AL 377.44 54 588  e visita il sito http://www.pugliavventura.com.

PUGLIAVVENTURA REALIZZA LE TUE PASSIONI!

WWW.PUGLIAVVENTURA.COM

Grazie per la preferenza.

Ci vediamo al Canyoning Adventure.

SPELEO TREKKING NIGHT di Pugliavventura

Pubblicato: 22 luglio 2015 da pugliavventura in Diario di bordo

VISITA GUIDATA NATURALISTICA CON TREKKING NOTTURNO AL PLENILUNIO ED ESPLORAZIONE IN SUGGESTIVE CAVERNE NATURALI ACCOMPAGNATI DA GUIDE AMBIENTALI ESCURSIONISTICHE.

OLTRE 2 ORE DI EMOZIONI INDIMENTICABILI ALLO STATO PURO

 

Save the date:

31 LUGLIO  Start ore 19.30

Canale di Pirro, Fasano –Br-

cover speleo trk night

Ora anche tu hai la possibilità di vivere una visita by night completa, esclusiva ma soprattutto suggestiva di una delle più belle gravine della “Murgia dei Trulli”, situata nella zona del “Canale di Pirro” nei pressi della Selva di Fasano – Br.

Qui, illuminati dal chiarore della Luna Piena, andremo alla scoperta di facili caverne nascoste, compresa la “Grotta dei 3 desideri”!

 

Unisciti al gruppo, partecipa all’evento! Chiama adesso il 377 4454588

Attraverso l’esplorazione di rigogliosi sentieri delle colline pugliesi vi porteremo alla scoperta In una splendida zona naturale dove potrai apprezzare una particolare trekking in un luogo suggestivo, ammirando una ricca flora costituita da querce, lecci, castagni, abeti, ulivi, carrubi… protetta da un clima temperato, e da un’aria particolarmente salubre;

La passeggiata sarà arricchita da didattiche ambientali ed ecologiche e da nozioni di orientamento notturno che ti faranno apprezzare ancor di più l’evento.

Questo percorso si affaccia sul territorio che dona piacevoli sensazioni di quiete, uno splendido sentiero escursionistico immerso in un paesaggio boschivo che nasconde interessanti grotte dal forte impatto emotivo.

 

RISCOPRIAMO INSIEME UN’ALTRA “PERLA” NASCOSTA DI PUGLIA.

Quello che ti lascerà senza parole sarà il ritrovarti improvvisamente davanti ad un’apertura nella roccia, celata nel verde… e da quell’istante per te inizierà l’esplorazione delle caverna segreta… compresa “la caverna dei 3 Desideri”!

Narra un’antica leggenda, che chi riuscirà a raggiungere attraverso una piccola entrata una particolare stanza della grotta, avrà la possibilità di vedere presto realizzati 3 desideri… ma solo i veri esploratori potranno farcela.

SIAMO SICURI CHE TU NE SEI CAPACE. ORA TOCCA A TE.

In questo favoloso mondo verrai condotto da guide esperte in facili percorsi emozionanti… e avrai la possibilità di acquisire conoscenze di geologia, carsismo, chimica e biologia, mineralogia, paleontologia, flora e fauna ipogea.

Non perderti questa straordinaria occasione di valorizzazione del territorio, contatta Pugliavventura al 377 44 54 588

L’Attività comprende:

  • Guide escursionistiche esperta a tua disposizione
  • Visita alle caverne di semplice percorrenza (livello escursionistico)
  • Caschetti di protezione per l’ingresso (facoltativo) nella “Caverna Dei 3 Desideri”
  • Servizio fotografico
  • Assicurazione

Plus: una ricca didattica ecologica per rispondere in maniera chiara ad ogni tua domanda sull’ambiente.

Il trekking è di medio-facile percorrenza lungo una gravina collinare, il livello è “Escursionistico”; Itinerario su sentieri o tracce di sentiero. Può avere tratti anche ripidi, in salita e discesa, ma percorribili. Può prevedere passaggi di media facilità tra la boscaglia, i sassi e la vegetazione fitta (o tra anfratti rocciosi). Si affronta una entrata in caverna a percorrenza orizzontale. Possibilità (non obbligatoria) di affrontare un cunicolo di piccole dimensioni che richiede un movimento “strisciante” di pochi metri.  Non si richiede conoscenza escursionistica specifica. Necessarie scarpe da Trekking robuste, pantaloni lunghi, almeno mezzo litro di acqua a testa. Non sono ammesse scarpe a suola liscia, scarpe aperte o con i tacchi.  Consigliata macchina fotografica.

Puoi partecipare a questa ricca iniziativa confermando al più presto la tua presenza contattando l’associazione

al 377.44 54 588 o a  info@pugliavventura.com

 

L’INIZIO DEL TOUR È PREVISTO ALLE ORE 19.30 DEL 31 LUGLIO.

L’incontro, alle ore 19.00, è presso il parcheggio del PARK HOTEL SANT’ELIA (di fronte Zoosafari –Fasano).

Ci spostiamo quindi insieme verso la zona dell’escursione a meno di 10 minuti di automobile. La quota contributo è pari ad euro 10 per persona. Per i gruppi di 10 persone bonus con un contributo speciale di euro 5 a persona

Arriverai facilmente al PARK HOTEL SANT’ELIA seguendo le indicazioni per lo “ZOOSAFARI” di Fasano (Br)

Coordinate GPS: N 40.834950  E  17.344143

Link Google Maps: https://goo.gl/maps/4mVqs

VIVI ORA QUESTA EMOZIONE, CHIAMACI SUBITO AL 377.44 54 588  e visita il sito http://www.pugliavventura.com.

PUGLIAVVENTURA REALIZZA LE TUE PASSIONI!

Grazie per la preferenza.

Ci vediamo alla Speleo-Trekking-Night!

Si è tenuta venerdì 3 luglio la prima delle tre serate facenti parte dell’evento “Le notti dell’incanto“, a cura di Pugliavventura  e svoltasi nel suggestivo scenario notturno del  Parco Rupestre Lama d’Antico di Fasano (BR).

Il primo appuntamento, denominato “La Magia del Plenilunio”, ha esaltato elementi come la Natura, la Storia e l’Astronomia, che si sono susseguiti e integrati in un unica escursione notturna nella “lama”, un solco carsico originatosi milioni di anni fa per effetto dell’azione erosiva delle acque sulle rocce calcaree.

In questa sorta di canalone, lungo circa 4 chilometri, si rifugiarono i superstiti dell’antica città messapica di Egnazia, situata sulla costa Adriatica, a seguito delle invasioni di massa delle popolazioni germaniche e arabe intorno al V e VI secolo d.C. Le numerose piccole grotte presenti lungo le pareti della lama e il terreno fertile fornirono loro un luogo ideale dove poter vivere, celati dalla folta vegetazione.

lama notte

Obbiettivo della serata è stato valorizzare questo patrimonio naturalistico e archeologico, e al tempo stesso far provare nuove e divertenti emozioni alternative.

Avvio delle attività poco dopo le ore 21,00 con il sole ormai appena visibile e protetti dalla meravigliosa congiunzione di Giove e Venere nel cielo rossastro.  Circondati da imponenti olivicarrubi secolari e da una folta macchia mediterranea, abbiamo percorso il fondo della lama, fino a raggiungere l’antica Cripta scavata sapientemente nella roccia dall’arcaica comunità locale.

Qui gli archeologi del parco hanno descritto dettagliatamente la vita quotidiana degli abitanti e i magnifici affreschi medioevali che adornano le pareti, realizzati dai monaci bizantini tra il XIII e il XIV secolo.

In seguito ci siamo spostati nella zona Sud del parco per visitare la Cripta di San Lorenzo, anch’essa ricca di affreschi, e gli ambienti di lavoro come il frantoio, le vasche per la raccolta delle acque di vegetazione e le cisterne, il tutto scavato e modellato a mano nella roccia, una specie di Matera in miniatura, sicuramente più piccola ma non meno affascinante.

PUGLIAVVENTURA

La sorpresa della serata è stata l’esplorazione di una grotta (facoltativa) normalmente non accessibile al pubblico: una caverna dalla quale si accede strisciando in una piccola apertura nella roccia. Una volta all’interno, le guide ambientali e gli speleologi hanno illustrato i processi che hanno portato alla formazione di queste cavità, l’azione dell’acqua visibile sulle fratture lungo le rocce, la formazione delle stalattiti e delle stalagmiti e la fauna che popola gli ambienti ipogei: coleotteri, aracnidi e altri artropodi perfettamente adattati al buio.

Il momento saliente si è avuto dopo aver percorso una galleria di alcuni metri, simile ad una feritoia, per raggiungere una seconda uscita, da dove abbiamo ammirato la luna piena che si stagliava sullo sfondo della lama, illuminandola a giorno. Una volta all’esterno, impolverati ma soddisfatti, un rinfresco a cura degli organizzatori ha chiuso la serata in bellezza.

le notti dell incanto 3 luglio

I commenti positivi e l’entusiasmo manifestato dai partecipanti hanno dimostrato come la didattica ambientale e culturale, integrata con una buona dose di avventura, non è tediosa, bensì funge da stimolo per nuove ed emozionanti attività a contatto con la natura.

EVENTO 3

Il prossimo immancabile appuntamento è fissato per il 19 Luglio, con la serata intitolata: “Storia, Stelle, Segreti & Sapori”. Oltre a confermare il magnifico programma di base già collaudato, l’evento sarà arricchito da una prelibata degustazione di pietanze gastronomiche ispirate alla tradizione locale. Si consiglia la prenotazione con sufficiente anticipo alla segreteria di Pugliavventura 377 44 54 588.

Visita  www.pugliavventura.com

ALLA PROSSIMA AVVENTURA!

ARCHEO-TREKKING SOTTO IL MANTO STELLATO ALLA SCOPERTA DI TRACCE DEL PASSATO, TRA ANFRATTI SEGRETI E CHIESE SCAVATE NELLA PIETRA MILLENARIA

LOCANDINA NOTTI DELL'INCANTO DEFINITIVA pop up

SAVE THE DATE!

3 Luglio, la magia della luna piena.

19 Luglio, Storia, Stelle, Segreti e Sapori

10 Agosto, la notte di S.Lorenzo.

Dopo le telecamere di RAIDUE (Sereno Variabile e Voyager) e RETE4, ora anche tu hai la possibilità di vivere una visita by night completa, esclusiva ma soprattutto suggestiva del Parco Lama d’Antico, sotto la protezione del cielo stellato… alla scoperta della zona Nord, ma soprattutto della nascosta e poco visitata zona Sud.

Unisciti al gruppo, partecipa all’evento! 

In questa splendida zona archeologica, recentemente riportata ai fasti di un tempo, ti offriremo una passeggiata sotto la Luna Piena e durante le notti delle “Stelle Cadenti”… passando attraverso una pittoresca vegetazione al crepuscolo tra grotte preistoriche e tronchi plurisecolari dei Carrubi…”memoria paesaggistica” di fascino indiscusso. La passeggiata sarà arricchita da didattiche ambientali ed ecologiche che ti faranno apprezzare la presenza di caratteristici uccelli predatori notturni, e tante altre curiosità che di giorno restano invisibili!

lama notte

Seguendo e ascoltando le esperte guide archeologiche, arriverai alle magistrali Chiese Rupestri, tra le più grandi della regione, scavate nelle rocce e ricche di affreschi secolari. Provale ad immaginare di notte, rischiarite appena dalla luce di torce e fiaccole, semplicemente spettacolare! Nella Chiesa di grande interesse è la raffigurazione di una una “Maiestas Domini”, scena dall’Apocalisse, con il Cristo racchiuso in una mandorla di luce insieme ai simboli degli evangelisti, di San Giovanni Battista e della Vergine con il Bambino. Secondo gli studi più recenti, la datazione degli affreschi va ascritta intorno al XIII secolo d.C.

Nella stessa area, nella nascosta “zona Sud”, avrai l’esclusivo privilegio di entrare in altre due grandiose chiese rupestri, quelle di San Lorenzo e San Giovanni …oltre a un mulino, una cappella funeraria, un laboratorio (forse per i metalli) un frantoio, un magazzino… antiche meraviglie da fotografare e ricordare per sempre…

Ma la magia, come anticipato, non è finita: i nostri cari partecipanti avranno un’esclusiva sorpresa in regalo: la possibilità di accedere ad un’area riservata dove potrete cimentarvi nell’esplorazione di una piccola grotta segreta!… una visita eccezionale presso un posto così suggestivo da lasciare senza parole!

Solo unendoti a noi la scoprirai!

Non perderti questa straordinaria occasione di valorizzazione del territorio, contatta Pugliavventura.

Chiama adesso il 377 4454588

La visita, di circa 2 ore (start alle 21.00) comprende:

  • tour notturno completo al Parco Rupestre e ticket d’ingresso
  • Accesso esclusivo alle chiese rupestri della Zona Sud del Parco
  • Guide Archeologiche ed Ambientali a tua completa disposizione
  • Esplorazione in grotta (facoltativa)
  • Didattica Ambientale ed Astronomica
  • Degustazione gastronomica (19 luglio)

(plus: Il Parco dispone di parcheggio, bar e servizi igienici)

Puoi partecipare a questa ricche iniziative confermando al più presto la tua presenza, via mail a info@pugliavventura.com o contattando l’associazione al 377 44 54 588.

L’inizio del tour, per tutte e tre le serate, è previsto alle ore 21,00; Il contributo per la fantastica serata è pari ad euro 10 per persona. I Bambini al di sotto dei 12 anni sono ospiti del Parco. Gruppi di 15 persone contributo speciale euro 8 a persona. Si raccomandano pantaloni lunghi e scarpe da trekking o similari. Non ammesse scarpe con i tacchi o scarpe aperte.

lama night (7) lama night (5)

Arriverai facilmente a “Lama d’Antico” seguendo queste indicazioni:

DA BRINDISI

Percorrere la SS 16 in direzione Fasano-Bari sino all’uscita SAVELLETRI-FASANO STAZIONE.
Procedere in direzione Savelletri, superare Rotonda Conforama, superare la rotonda Stazione, Immediatamente dopo il sottovia ferroviario svoltare subito a destra(curva a gomito) e subito dopo a sinistra trovate il Parco.

DA BARI-TARANTO

Percorrere la SS 16 in direzione Fasano-Brindisi sino all’uscita SAVELLETRI-FASANO STAZIONE.
Procedere in direzione Savelletri, superare Rotonda Conforama, superare la rotonda Stazione, Immediatamente dopo il sottovia ferroviario svoltare subito a destra(curva a gomito) e subito dopo a sinistra trovate il Parco.

gps: N 40.853048 E 17.392528 link google maps: https://goo.gl/maps/cm1TY

mappa

VIVI ORA QUESTA EMOZIONE, CHIAMACI SUBITO, PUGLIAVVENTURA REALIZZA LE TUE PASSIONI!

Visita

www.pugliavventura.com

www.lamadantico.it

Grazie per la preferenza

Ci vediamo durante le “Notti dell’Incanto”…

“Dalle ruote…alle ali di un sogno”

dalle_ruote_-alle_ali_di_un_sogno

Il GAL Valle d’Itria e l’Associazione Ecomuseale di Valle d’Itria, in collaborazione con il Cea di Cisternino, organizzano la mostra “Dalle ruote… alle ali di un sogno”, dedicata alla storia dell’emigrazione in Valle d’Itria.

All’interno della mostra verrà esposto il materiale raccolto durante il Laboratorio dell’Emigrazione della Valle d’Itria (LABE), attività prevista dal progetto di cooperazione Pugliesi nel Mondo (misura 421 PSR Puglia 2007/2013).

Sarà possibile visitare la mostra allestita presso il Corridoio d’Avalos del Palazzo Ducale di Martina Franca dal 15 al 30 giugno 2015, dalle 10:00alle 13:00 e dalle 17:00 alle 20:00.

La mostra sarà inaugurata il 15 giugno 2015 alle ore 18:00 presso la Sala Consiliare del Palazzo Ducale di Martina Franca, alla presenza del presidente del GAL Valle d’Itria e sindaco di Martina Franca, Francesco Ancona, del direttore del GAL Antonio Cardone, di Alberto Casoria, presidente del GAL Meridaunia, capofila del progetto Pugliesi nel Mondo, di Giovanna Genchi, Dirigente del Servizio Internazionalizzazione della Regione Puglia, Ufficio Pugliesi nel mondo, dell’assessore alla Cultura del Comune di Martina Franca, Antonio Scialpi, del presidente dell’Associazione Ecomuseale di Valle d’Itria, Paola F. Cito.

La mostra “Dalle ruote… alle ali di un sogno” si propone di raccontare, secondo un viaggio immaginario che parte dalla Valle d’Itria e arriva lontano, la storia della nostra emigrazione ricostruita in base alle testimonianze dirette e indirette dei suoi protagonisti. Infatti, grazie al materiale raccolto nel corso del Laboratorio dell’Emigrazione della Valle d’Itria realizzato a Martina Franca, Cisternino e Locorotondo, ai contributi delle scuole secondarie di primo grado, al passaparola e ad alla comunicazione sui social media, all’attivazione di un blog (http://itriacontaminationcook.altervista.org ) e alla risposta della cittadinanza tutta, è stato possibile recuperare documenti, fotografie, cartoline, interviste, racconti che ci parlano di come in molti abbiano dovuto lasciare il nostro territorio per cercare fortuna altrove.

Un focus particolare è stato riservato all’alimentazione intesa come stile di vita, ossia a quelle abitudini alimentari così radicate da persistere anche lontano dal paese d’origine e, allo stesso tempo, alle inevitabili contaminazioni tra la tradizione enogastronomica dei padri e quella del nuovo paese di residenza. All’interno della mostra ci saranno, così, le ricette, sia tipiche che rivisitate in base ai prodotti che era possibile reperire nel paese in cui ci si era trasferiti. E soprattutto, ci saranno le storie, storie che parlano sia della gioia della scoperta che del dolore e della fatica di anni vissuti a lavorare lontano dalla terra natia, ma che in comune hanno l’amore persistente per il proprio territorio, a cui quasi tutti gli emigrati, a  distanza di anni, hanno fatto ritorno.